Quale cinturino scegliere per il proprio orologio?

Se siete arrivati su questo sito gli orologi vi piacciono. Magari avete in collezione anche alcuni pezzi importanti oppure preferite alcuni orologi di genere, come i militari, i cinesi automatici, i russi o i giapponesi, che uniscono qualità e prezzo. In qualsiasi caso, se amate gli orologi non potete non prestare attenzione al cinturino, elemento di contatto con il polso che garantisce il comfort dell’orologio e ne completa l’immagine (un orologio di qualità non può convivere con un cinturino dozzinale).

Di seguito, in questa breve guida, facciamo una carrellata sulle opzioni di cinturino per orologio disponibili sul mercato, cercando di darvi qualche informazione utile per la scelta.

CINTURINI IN CUOIO (ANCHE VINTAGE)

I cinturini in cuoio sono il grande classico dell’eleganza maschile degli orologi. Ovviamente ne esistono migliaia di varianti diverse per colore (ma il marrone naturale, nelle sue tonalità, rimane l’opzione più gettonata) e per lavorazione. Una delle lavorazioni più amate è comunque quella del cuoio invecchiato, che crea un effetto vintage ed elegante, conferendo al cinturino un’aria d’altri tempi. Consigliati: per i classici e gli sportivi.

Acquista su Amazon.it

CINTURINI IN STOFFA

La stoffa e il nylon nascono come materiali poveri, ma si tratta anche di materiali traspiranti e molto resistenti all’usura. Ecco perché questi cinturini trovano spesso applicazione nella tradizione degli orologi militari, soprattutto quelli relativi all’esercito. Ma più di recente, nell’epoca in cui i costi di produzione si sono abbassati sensibilmente a determinare il prezzo di un prodotto sono subentrati altri fattori (a partire dal brand) e la scelta dei materiali (se si esclude la plastica, che rimane la più economica) è diventata soprattutto una questione estetica. Un esempio? I Daniel Wellington utilizzano proprio questo materiale per i cinturini. Consigliati: per i modelli giovani e di moda, o per i militari.

CINTURINI IN LUCERTOLA E IGUANA

I cinturini in lucertola rappresentano una variante spesso più economica rispetto a coccodrillo e alligatore, ma esistono anche varianti più costose come la lucertola tejus, molto elegante nella resa (oltre che dall’efficace effetto vintage). Insomma: nulla da invidiare in alcuni casi a prodotti in apparenza ben più “nobili”… Consigliati: per i superclassici.

CINTURINI IN COCCODRILO E ALLIGATORE (E CAIMANO…)

Molti confondono coccodrillo con alligatore, ma in realtà si tratta di specie diverse, con differenze legate alla forma del muso e alla dentatura. Poco importa. Basti sapere in questa sede che  le loro sono pelli pregiate – morbide e flessibili -, che vanno distinte da quelle del più economico caimano, dure e spesso ruvide al tatto. Consigliati: per i superclassici.

Note: Una delle varianti meno costose sono i cinturini in cuoio stampato, che imitano l’effetto della vera pelle, talvolta anche in maniera efficace. Ma si tratta pur sempre di imitazioni e la nostra idea è che sia sempre molto più elegante un cinturino classico in cuoio dell’imitazione di un cinturino di coccodrillo.

CINTURINI IN STRUZZO

Non immaginatevi le piume, ne verrebbe fuori un oggetto decisamente kitsch. Dello struzzo, per i cinturini di orologio, viene utilizzata la pelle. Una delle sue caratteristiche base è la morbidezza, oltre a un effetto estetico particolare – dato dai follicoli della pelle – che ad alcuni piace molto (e ad altri meno…). Consigliati: per chi vuole distinguersi un po’.

CINTURINI IN FIBRA DI CARBONIO

I cinturini possono essere fatti con qualsiasi materiale: uno di quelli più innovativi utilizzati dall’industria di settore è la fibra di carbonio, materiale che si distingue per le grande resistenza e leggerezza, oltre che la forte resistenza agli agenti esterni. Consigliati: per gli sportivi.

CINTURINI IN PLASTICA

La plastica è il materiale più versatile e meno costoso. Dunque viene utilizzata soprattutto per orologi di poco costo e per gli sportivi, che devono resistere a condizioni proibitive con grande elasticità. E magari anche essere sostituiti piuttosto di frequente. Consigliati: per gli sportivi e i low cost.

1 Comment
  1. […] calibro EB140. Una particolare attenzione è stata dedicata anche alla scelta dei cinturini (qui i nostri consigli su come scegliere il cinturino migliore), tra i quali, oltre ai tradizionali modelli in alligatore, sarà presentata una creazione inedita […]

LASCIA UN COMMENTO